Febbraio 2015.
In una grande azienda italiana sta per avvenire una grande rivoluzione.
Sono tutti impegnati nel grande passaggio da un’era all’altra.
Una donna, madre di due bambini, dei quali uno con disabilità, è tra le persone coinvolte da questa innovazione.
Chiede di partecipare ai corsi di formazione, ma si sente rispondere che l’azienda non può investire su di lei perché è poco presente.
E già, ha un part-time ma usufruisce anche delle ore che la legge 104 prevede per i casi come i suoi.
Legge, che oltre a ricordarti ogni giorno della tua vita che tuo figlio ha dei problemi, ti relega a lavoratore di serie B.
E quindi per lei niente 15 giorni di corso, ma un corso tenuto da un suo collega che al corso ha partecipato.
Volevo solo dire, buona giornata della donna, lavoratrice, madre, moglie.

Annunci