Spero di riuscire a tornare a scrivere su queste pagine.
Un diario, uno sfogo, un urlo, due risate, una foto lasciate qui.
Proprio qui, dove ho imparato a scrivere (parola grossa, lo so da me) senza preoccuparmi di chi legge.
Dove ho imparato un po’ di sintesi.
Dove devo tornare, se mi voglio bene.
Sono state utili queste pagine.
Sono state di condivisione, di memoria, di gioco, qualche volta anche di gioia.
Prendo un impegno con me stessa, giuro di tornare a guardarmi intorno con l’occhio curioso, con ironia, con un poco di leggerezza nel cuore.
Dal 2008 è scesa una cappa di inquietudine, di “nerità”.
Vediamo di sfondarla, di vincerla, per lo meno di combatterla con un po’ meno sofferenza.
Per tutto il resto, fanculotegliangeli.

Annunci