Vorrei venirmene fuori pure io con un’esternazione (tanto lo fanno tutti, non vedo perché non io), e poi mi taccio.
Cosa sono la figlia della Jole? (non se l’abbiano a male le Jole, è un modo di dire genovese, questo perché se non sei politicamente corretta anche coi nomi di merda, ti si scatena un tornado di vomito attorno).
Io non ho votato Grillo, e non ho intenzione di votarlo.
Certe cose che dice secondo me sono giuste, ma intorno a lui e dentro di lui forse, lo ammetto c’è un po’ di confusione, ma come accade oramai ovunque, si prende una parola, una frase la si estrapola, la si manipola.
Può essere simpatico o stare sul culo, si può non essere d’accordo con lui o quello che si vuole.
Fate tutti un po’ quello che cazzo volete, che così non sbagliate.
Ma quello che non mi va giù, è la continua gogna mediatica, da parte di giornalisti, politici, persone conosciute e perfetti sconosciuti attraverso i blog, facebook, twitter.
Voglio dire, ma porca troia (qui, mi scuso con le troie, non tutte, con alcune, ma la parolaccia è difficile a cambiarsi), voi che lo state massacrando, siete all”80 % elettori di uno di quei due schieramenti che assieme all’altro ci stanno governando assieme e “pacificati” (come se prima si fossero fatti la guerra) e che ci hanno portato sino qui, e avete il coraggio di prendervela con Grillo?
Ma pensare a chi cazzo avete dato il voto, no?
Pensare a come vi siete mossi sino ad oggi, neppure?
Eppure ce ne sarebbe di che e di chi occuparsi.
Ma un po’ di onestà intellettuale ce la fate a tirarla fuori?

Annunci