La Comunità di San Benedetto al Porto di Genova (quella di Don Gallo, sì, proprio quella) ha sempre bisogno della solidarietà dei genovesi, ma vero è anche, che la Comunità è sempre stata solidale con i più sfortunati.
Perché la solidarietà è alla base di ogni azione della Comunità: qualcuno che ha maggiori disponibilità aiuta la Comunità, e la Comunità, a sua volta, si occupa di chi è più sfortunato di lei (ho scritto un sacco di volte Comunità, lo so, ma mi piace la parola… e vorrei fosse chiaro il concetto).

In questo caso, non si chiede di fare un’offerta in denaro “a babbo morto” ma di andare a scegliere un oggetto inutile, un mai più senza, da regalare a Natale, (o in qualsiasi altro periodo dell’anno).

Presso i mercatini delle cianfru (come li chiamano i ragazzi):

– in Via Buozzi, 15r (di fronte ai traghetti della Tirrenia, che poi è la sede di una sala intitolata a Paride Batini, amatissimo e rimpianto console della Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie del Porto di Genova, scomparso nel 2009, un ritrovo di quartiere, dove accadono un sacco di cose interessanti, dalle assemblee pubbliche alle feste di compleanno);

– in Via Celesia, 99r, a Rivarolo,
potrete trovare un oggetto da portarvi a casa, in cambio di qualche soldino in offerta.
Nei mercatini delle cianfru, trovate oggetti “della nonna”, oggetti che non avete mai visto, oppure oggetti così curiosi da risvegliare la vostra vena creativa, tanto che quando li vedrete non potrete fare a meno di dire a voi stessi “di questo potrei farne un …” e abbellendoli e trasformandoli, donare all’oggetto la dignità di una nuova vita.

In Via Buozzi, trovate anche i libri usati, per i quali in genere i ragazzi della comunità chiedono libri in cambio.
Se trovate un libro che vi interessa, insistete per lasciare qualche soldino: i ragazzi sostengono che la cultura non si debba pagare, ma voi insistete…
E se avete libri che non volete più, portateli e scambiateli.

E poi ancora in vico Mele al 14r, trovate In scia stradda, la bottega di prodotti delle terre liberate dalla mafia, dove trovate gli oggetti rimessi a nuova vita dai ragazzi della Comunità.

Fate un salto in uno o più d’uno di questi luoghi: oltre a offrirvi la possibilità di sentirvi utili e solidali, curiosare nelle cianfru è divertente!

484228_376962779063190_1759624195_n[1]
559767_474441185941907_971973172_n[1](nelle foto l’entrata e il mercatino di Via Buozzi)
per informazioni sul progetto: http://www.facebook.com/Solidaritykm0
Annunci