Io non capisco.
ma può essere che sia proprio io a non capire, però qualcuno mi dovrebbe comunque aiutare a comprendere.

Io lo so, ho idee fisse, mi metto in testa una cosa ed è difficile farmi cambiare parere.
So però anche chiedere scusa se mi accorgo di aver sbagliato (devo accorgermene naturalmente, che se non me ne accorgo, come posso chiedere scusa per una cosa che penso di non aver detto o commesso?).
Ma porca di quella troia maiala, perché ci sono scrittori di professione o scrittori per passione ma comunque scrittori, che mi mandano in anteprima la bozza dei loro libri o pezzi di loro libri, per sapere cosa ne penso, o anche solamente perché sanno di  farmi cosa gradita – omaggio, regalo, attestazione di stima, coccola, – rendendomi partecipe di quello che stanno preparando, dicevo porca troia maledetta, e tu, voi, amiche/i mie/i con le/i quali abbiamo condiviso un percorso di scrittura, voi che avete scritto un cazzo di libro, come è che non vi viene in mente di farmi avere di pugno vostro una copia da leggere? (non perché io non la possa acquistare, che voi mi conoscete e sapete quanti cazzo di libri io compri durante l’anno, ma perché è così che funziona, perché siete amiche/i mie/i e dovreste capire quanto mi avrebbe commosso questo gesto).

Non credo sarebbe stata la mia copia che avrebbe fatto alzare le vendite del vostro libro, e comunque se voi mi aveste fatto leggere una copia in bozza, io avrei in seguito acquistato il vostro libro in libreria, vantandomene pure – e  anche se il vostro libro faceva cagare – dicendo ai commessi o ai librai “conosco l’autore sai, è amica/o mia/o”!

Perché una persona estranea lo capisce e voi per un cazzo?
Ecco.
Adesso, dopo tanto che ho dentro questo rospo, l’ho sputato.

Annunci