Tag

Stamattina ho sentito la rassegna stampa su Rainews.
I casi erano: due donne liguri che si davano per malate e poi andavano ad esibirsi nei locali la sera per 550 euro a serata, un’azienda del nord che chiedeva la cassa per alcuni giorni e poi lavorava a porte chiuse, una donna – non so di dove – che si fingeva cieca, e invece faceva la parrucchiera.
Sicuramente casi di mala-italianità.
Sicuramente casi da condannare.
Sicuramente casi di paraculaggine ed evasione da punire, ma santoiddio, posso io continuare a sentire queste notizie che arrivano come bombe mediatiche, come la panacea dell’evasione totale quando leggo 1800 sono  gli evasori totali: che vuole dire che non esistono?
Quando il 10% degli italiani è quello che ha in mano tutto il denaro, il resto, un cazzo?
Lo so, non sto dicendo nulla di nuovo, perché di nuovo non c’è nulla: chi ha le barche denuncia 15mila euro all’anno, così come i gioiellieri, che probabilmente, detratto l’affitto di casa (perché sicuramente avranno una casa in affitto a loro insaputa) e qualche spesuccia, rientreranno nella certificazione ise per avere l’abbonamento del bus ridoto (qualora non volessero farsi vedere in giro con il suv).
I capitali scudati per il rientro in Italia (che a detta di commercialisti intervistati, dopo lo scudo, neppure sono mai rientrati in Italia) non sono stati toccati, altrimenti tornavano all’estero, e poi con loro il governo, i governi, hanno vergato un accordo e non si può mancare la parola data.
Ieri parlavo con un collega romano che mi diceva che abita in una periferia estrema di Roma dove gli affitti di case di 70 mq arrivano anche a 1300 euro al mese.

Mi fermo, che tanto non serve a nulla, se non a sfogarmi un poco per la cecità e l’incompetenza di chi sta “salvando l’Italia”.
L’ho scritto e lo riscrivo, si salverà l’italia (forse) ma non gli italiani.

RICCHI, POLITICI, TECNICI, SE NON VE NE FOSTE ACCORTI VE LO DICO: AVETE VISSUTO AL DI SOPRA DELLE NOSTRE POSSIBILITA’.

Annunci