Un amico mio ha importato, non senza difficoltà, il blog da Splinder tutto qui.
Al momento c’è ancora qualcosa che non va, qualche post doppio, qualche mancanza, ma stiamo lavorando al fine di far tornare tutto come prima.
(stiamo lavorando è un palla… il lavoro grosso lo ha fatto e lo fa lui) io poi toglierò i doppioni, rimetterò le foto mancanti, i link che sono spariti all’origine.
Sono contenta di avere tutto il blog nuovamente assieme, sarò stupida, ma mi spiaceva questo spezzatino.
Mi rendo conto che continuano i piccoli incidenti dovuti alla frammentazione dei blog sparsi su diverse piattaforme: si dovrebbero avere millanta account per commentare facendosi riconoscere su ogni blog di amici e conoscenti che hanno scelto una via diversa dalla nostra.
Lo so, non me lo dite: i problemi della vita sono diversi. Cazzo se lo so, ma proprio per questo, il blog che è un, chiamatelo passatempo, momento di … che cazzo ne so, non dovrebbe essere fonte di ansie aggiunte. Mi auguro ancora di poter ricostruire una rete di amicizie e conoscenza, e chissà che questo “sradicamento” dal vecchio luogo, non porti ad affezionarsi nuovamente alla scrittura.

(*) Parole, parole, parole – Mina e Alberto Lupo

Annunci