Tag

io sono profondamente schifata.
e purtroppo più dalle persone con le quali parlo che non da chi mi governa.
si parla si parla e non si fa nulla.
sai in quanti abbiamo fatto sciopero venerdì nel mio settore (27 persone)?
in 4.
io, pinco (col quale ci siamo visti in manifestazione), pimpa (che probabilmente le serviva la giornata per i suoi problemi, e ne ha di importanti per davvero), pallo (che l'ha fatto perchè lo faceva la sua compagna e avevano l'antennista a casa).
Un altro si è messo di recupero che aveva un impegno, e quando gli ho detto che non era etico, mi ha guardata come fossi pazza.
Qui si pensa di  far  politica a colpi di click, lavandosi la coscienza, mandando due mail e mettendo due firme (come mi ha detto la collega che ieri mi ha chiamato dicendomi di non incazzarmi che se n'era andata dalla cgil, perchè voleva sentirsi libera).
mi ha detto che voleva un sindacato più moderno (parole che avrà raccolte da qualcuno): le ho detto di iscriversi all'UGL che è il sindacato più moderno che ci sia.  Mi ha detto che lei quando c'è da firmare firma, ma che venerdì lo sciopero non lo voleva fare e siccome lei  è una coerente, ha dato le dimissioni. Le ho detto che è lei ad avere due figli in età scolare (uno alle superiori e l'altra all'asilo, con davanti ancora tutte le tappe della mala istruzione).
Mi ha detto, poi ne riparliamo che adesso ho… sono … non so cosa.
pallo ha la fidanzata alla fincantieri, e 6 mesi fa piangeva.
gli ho detto perchè non sei venuto in manifestazione che è quello che serve e non piangere, mi ha risposto che loro a roma ci sono andati.
Come le indulgenze plenarie: vai a una manifestazione, e per le 5 seguenti sei esonerato.
 
Domenica l'altra, al mare c'era una ragazza di 21 anni che ha deciso di non studiare.
Fa qualche lavoretto, cameriera, commessa, qualsiasi cosa.
Si è stufata di fare la cameriera non in regola, con gli orari cambiati di ora in ora, con i cappotti da 660 euro che valgono più del suo stipendio di un mese, passati come se fosse una serva.
Ha fatto uno stage 8 ore al giorno per tre mesi a zero euro, e tre mesi part time in uno di questi negozi che sono tanto di moda, a non so quanto ma immaginalo da solo.
Le avevano fatto sperare in un posto fisso. Terminava di lavorare alle 13 del 30 aprile. Alle 12,30 l'hanno chiamata e le hanno detto che sono molto dispiaciuti, ma per ora non possono tenerla.
Mi ha detto "mi dicono che a 20 anni ho il mondo davanti, ma secondo te è possibile essere già stanca di tutto questo a 21 anni?"
Io ero imbarazzata. Ho 54 anni e avrei voluto aver qualcosa da dirle, mi guardavo le scarpe, e stavo zitta.
pensavo se fosse stata mia figlia: può essere che uno non voglia fare l'università, magari neppure se lo può permettere (so che i suoi sono separati e sua madre che non so dove lavorasse l'hanno lasciata a casa in questi giorni, me lo ha detto un'amica comune, il padre era ricco ma oggi è rovinato e si aggiusta con lavoretti da giardiniere).
Queste non sanno neppure cosa voglia dire essere sindacalizzate, e se le parli di CGIL pensano sia una parolaccia.
Io sono stanca di informare per mail chi è già informato, chi già sa, e chi non sa non è una mail a smuover loro la coscienza.
Bisogna far qualcosa.
prima che sia troppo tardi.
Annunci