Tag

C’è quella suora anziana che mi sta veramente sul culo: sale sul 15 e spinge, e sino a che non la fanno sedere manda a cagare tutti. Poi, spinge per scendere e secondo me bestemmia, ma sottovoce. Sembra uscita da un libro di racconti di una volta, quelli che raccontavano di collegi e di suore cattive: non fatico a pensarla mentre frusta bambini.
 
La signora che è salita sul 15 al capolinea domenica sarebbe stata da abbattere: ha cominciato a lamentarsi dell’aria condizionata alta che c’era sull’altro autobus, quello dal quale era scesa, e non la finiva più. Prima ancora che l’autista mettesse in moto e attaccasse l’aria aveva già scartavetrato i coglioni a tutti, il conducente ha un po’ battibeccato con lei simpaticamente, poi visto che non la smetteva ha spento l’aria. La signora ha continuato per una ventina di minuti nonostante avesse ottenuto quello che si era prefissata salendo.
 
La signora che non vota e la leghista ieri si sono trovate d’accordo. Su cosa non so, ma si davano ragione dicendo cose diametralmente opposte: da abbattere entrambe.
 
Non ho smesso di seguire quel che accade politicamente (si fa per dire) in Italia, ma di commentare non mi va proprio, stanno diventando monotoni, non c’è più gusto: il disgusto e lo sdegno sono sempre però a livelli altissimi.
 
Quest’anno credevo che sarebbe stato l’ultimo che avrei passato sullo scoglio n. 2, dopo 18 estati pensavo che ci volesse un po’ di aria nuova: sono andata a vedere qualche stabilimento ma sono uscita piena di orrore. Ho chiesto informazioni su prezzi e regolamenti. A parte che li trovo tutti soffocanti, abituata come sono sugli scogli a spaziare dal promontorio di Portofino alle montagne dietro Savona, la due cose che mi hanno turbato di più sono state

– prima, 1 ombrellone e 2 lettini per una stagione, senza cabina e ingresso 740 euri, chissà se alla fine della stagione avranno ammortizzato la spesa, poveri piccoli…
– seconda, se ti porti il lettino paghi 85 euro, la sedia  30 euro, praticamente paghi l’occupazione suolo pubblico su terreno che è del demanio in concessione ai gestori degli stabilimenti.
 
Continuo a restare del parere che i bambini siano bellissimi, ma per un quarto d’ora e soprattutto se figli degli altri, ed Erode (anche se pare che tanto cattivo non fosse) continua ad essere il mio idolo.
 
Fare un party in cabina, se piove un quarto d’ora, è bellissimo; se invece piove e grandina con tuoni e fulmini per quasi due ore, diventa una mazzata sui coglioni.
Soprattutto se scopri che tutto quel pandemonio si è rovesciato solo sopra di te.

Annunci