Tag

Come in quella immagine che mi aveva colpita tanto (pochi frames) leggo un nome e rivedo una situazione. Mi vedo a far la coda nel negozio in Canneto il lungo, carne di maiale, specialità dall’alto adige, dalla toscana, dalla calabria: buonezze senza soluzione di continuità.
“vegnivan tutti da niatri, me ciamavan u purca”. Non è vecchio il signore dietro al banco, e la malattia si è portata via la moglie, ancora tanto giovane. E’ dal 95 che non compro più da lui, da quando f. ha trasferito il suo studio. Da qualche anno ha lasciato il negozio (che nessuno ha più riaperto) e lo incontro qualche volta u purca, in giro con il cane, o in metro, o a fare la spesa, sta bene: ha un velo di tristezza negli occhi, ma ce la mette tutta.
E ripenso a quei giorni, alla spesa in centro storico che mi pareva una noia, e invece rivista oggi, come tutti quei piccoli attimi passati, è malinconia.
E’ il degrado che galoppa e sono le cose che cambiano, sono sparite le locandine con le scene dei film, accanto alla porta del cinema (e anche i cinema); le code alla posta, che sono diventate una sola, ma molto molto più lunga; la vecchia libreria con il proprietario dietro al banco e lunghe chiacchiere sabatali; le colonnine di ferro a limitare il marciapiede, la vecchia trattoria dei fratelli C., dove al mattino incontravi le persone più incredibili, e la signora dietro il banco, che tutte le mattine che il signore mandava in terra, ti chiedeva “è miiiiicaaaaa troppoooooo caldooooo?” e il tempo che ci metteva a dirtelo tu avevi già bevuto, pagato ed eri già fuori; il tabacchino dei matti, ingombro di scaffali completamente vuoti; il 32 che passava in san lorenzo, e il tragitto assieme ad f.
Non devo mai dimenticare di amare, o diciamo meno enfaticamente, vivere ogni singolo attimo, che tanto lo so che anche se non mi è piaciuto prima, quando lo rivivo è un’esplosione di colori, sensazioni, odori e una botta di melanconia alla bocca dello stomaco.
 
Ps.:  a qualcuno di voi è mai capitato di essere su una spiaggia e vedervi recapitare via mare, una pizza da asporto, senza averla richiesta?
Beh, ai cica questo succede.

Annunci