Tag

,

Aperitivo, cena e dopocena tra Recco e Camogli.
Non so se abbiamo più parlato o riso, f. piccolo ed io.
Ogni tanto ci regaliamo queste serate.
La cena l’abbiamo consumata in un locale dove eravamo gli unici avventori: avete presente quei locali sulla spiaggia, in novembre?
E’ lì che f. piccolo ha tirato fuori Popinga (per chi non lo sapesse è uno dei personaggi di Simenon, L’uomo che guardava passare i treni).
Simenon è uno dei mie scrittori preferiti ma non sono pochi tra i miei amici e conoscenti a sentirsi la morsa alla gola quando lo leggono.
E così Popinga ci ha accompagnato tutta la sera, al tavolo e tra le vie deserte di Recco e Camogli ancora bagnate dalla pioggia.
Abbiamo concluso la serata davanti a due bicchieri di porto, di quello buono, come ci ha detto l’oste, che ci parlava come l’ispettore Clouseau, ma con l’accento genovese, sino ad attaccarlo a noi due, che abbiamo continuato senza accorgercene, per un po’.
Prossimo appuntamento, stesso locale sulla spiaggia, si è pensato calendario alla mano, intorno al 16 dicembre, la settimana prima delle cene natalizie aziendali, quando il locale, in settimana sarà vuotissimo, ma sicuramente addobbato a festa.
Da rasoio.
Annunci