Tag

Ho pensato che quando andrò in pensione (se mai ci andrò) continuerò a farmi l‘abbonamento annuale ai mezzi pubblici e  appena il tempo me lo permetterà andrò al mare a leggere.
Invece in inverno, e specialmente nelle giornate piovose, quando l’umido sulla pelle rende tutti più irascibili, salirò su un autobus ad un capolinea e svolgerò una doppia mansione: terrò a bada i cagacazzo (quelli che conosco e che già salgono con l’idea di rompere le palle agli altri), come la signora col cagnetto della quale ho già scritto in passato, e che adesso sale col cane in braccio così non riesce a tenersi e dopo aver franato addosso a destra e a sinistra, alla fine le cedono il posto per salvaguardare loro stessi. La stessa che sale e se il finestrino è chiuso lo vuole aperto, se è aperto lo vuole chiuso. La odio talmente tanto che mi sta persino sui cabasisi il cane che non mi ha mai fatto niente.
La seconda mansione sarà quella di rispondere alle persone che devono fare cambi autobus, quelli che chiedono a tutti e poi fanno come cazzo vogliono loro.
Dopo il consiglio, li tiro giù dall’autobus quando ritengo sia la loro fermata.
 
Mi rendo conto che invecchiando, mi addolcisco sempre più.

Annunci