Tag

Domenica l’altra, verso le 18.00, all’ uscita dal cinema, (il giorno di Nemico pubblico) ho fatto un salto da Feltrinelli e mi sono accorta che sullo stesso marciapiedi davanti a un bar c’è un dehor di cristallo lucidissimo e spessissimo, con un palo di acciaio che però non si nota, non segnalato. E tra me ho pensato “c’è da prenderci una facciata dentro, perbacco…”. All’uscita, saranno passati si e no 5 minuti (che ero andata a  cercare una persona e non era in turno) ho trovato un capannello di persone attorno a una col naso che sanguinava: non l’aveva visto.
L’indomani l’ho raccontato ad una collega che mi ha detto “ma lo sai che verso le 17,30, se la mia amica non mi fermava prendevo una facciata? E hai visto come è spesso il cristallo?”.

Domenica pioveva e all’uscita del cinema ho preso un bus che mi portasse a casa. A una femata è salita una coppia: lei cappotto, sciarpa, borsa tutta coperta, lui camicia, maglione, giaccone impermeabile e pantaloni un po’ estivi che stonavano con l’abbigliamento, tutti e due completamente scalzi.

Va bene tutto, ma voi l’avete mai visto un marciapiede di città tra la merda dei piccioni, quella dei cani e i catarri dei passanti?
 
Annunci