Tag

, , ,

Ci sono ragazzi che contestano la riforma scolastica perché difendono il loro diritto allo studio.
Ci sono ricercatori che si indignano perché vogliono far diventare l’istituto al quale appartengono, una fondazione.
Ci sono giornalisti che raccontano il mondo per quello che è, e che difendono questo diritto/dovere per poter continuare a farlo.
Ci sono lavoratori del pubblico onesti.
Ci sono extracomunitari che non delinquono.
Ci sono persone che si indignano per i morti sul lavoro.
Ci sono omosessuali e lesbiche che non aspettano un giorno all’anno per sfilare ma combattano tutti i giorni per i loro diritti.
Ci sono genitori che mandano i figli alle scuole pubbliche.
Ci sono persone che leggono e guardano film e non passano il loro tempo libero discutendo sull’ultimo modello di cellulare.
Ci sono persone che credono ancora che una conquista sia farsi amare per quello che si è e non per quello che si ha.
Ci sono medici ospedalieri che avrebbero idee su come organizzare il proprio lavoro nonostante venga loro impedito di farlo.
Ci sono persone che pagano le tasse anche se non sono lavoratori dipendenti.
Ci sono lavoratori che vorrebbero lavorare nonostante l’azienda glielo impedisca.
Ci sono lavoratori che vorrebbero lavorare nonostante l’azienda li cacci via.
Ci sono persone che corrono quando sentono gridare aiuto.
Ci sono professionisti che offrono le proprie prestazioni senza percepire parcella se i clienti non se la possono permettere.
 
Si’ insomma, c’è tutto un mondo fuori.

 

musica

Annunci