Tag

, ,

Venerdì scorso sull’autobus mentre andavo al mare, ho comprato da un ambulante questi
(**) Li ho tenuti su una mezza giornata.

I commenti sono stati disparati da “sei fuori” a “sono bruttissiimiiiiii” (grazie cara, che me lo hai detto che da sola non me ne ero accorta), “dove li hai presi?”, “li voglio anche io, ma rosa” , “fantastici per il gaypride”, “ma bianchi li avevano?” e così via, ma ho dovuto aspettare di incontrare il mio amico M. l’indomani, perché urlasse “MA DAI… SONO QUELLI DI LOLITA!!!!!”.*
Adesso io mi domando: ma possibile che i giovani non abbiano visto un film prima di “American Beauty”?.
Il cinema non interessa più?
Si guarda solo quello che esce nelle sale e in dvd?
Esiste ancora una cultura cinematografica?
E soprattutto, son diventata una vecchia zia?

* Così tanto per dire, il film è di Kubrick eh, e non di un giovin cineasta dell’entroterra genovese, e il romanzo è di Nabokov, non il successo dell’estate 2009.
Sarò anche una vecchia zia ma qualche film e qualche libro l’ho anche letto, eccheccazzo.

E se devo restare in tema di zie, sto battage pubblicitario che stanno facendo su “zia Mame” a me non convince.
Se di zie voleste leggere, vi consiglio “In viaggio con la zia” di Graham Greene, e se vi capitasse guardatevi anche il film dal quale è stato tratto, che così per ridere è stato diretto da George Cukor ed è interpretato da Maggie Smith (si’, non ha girato solo i film di Harry Potter: recita dal 1955).

** Non è che mi sono rincoglionita del tutto: è che mi manca il teatro!


Annunci