Tag

, , ,

Tanti anni fa una mia collega aveva un marito che giocava a calcio amatoriale.
Era anche stato, credo in passato, un discreto giocatore.
Lo conoscevano, insomma.
Una volta mi raccontò che era a vedere una partita nella quale giocava suo marito e aveva vicino due che commentavano l’incontro; uno in particolare nominava continuamente il nome del marito:
“Mia… Berto…vanni…”*
“Forsa Berto…”
“Stanni attento … Berto… che o te strenze”
“ Berto… ou belin…che puiia”
“ Mia  Berto, che oua ou parte…”
“Dai Berto…picca comme un ferrà…”
“Corî, Berto, corî…”
Poi, verso la fine della partita, rivolto all’amico:
“Ti se cosa te diggu? … a me sto Berto, o no me mai piaxuo!”
 
* Traduzione.
“Guarda…Berto… vai…”
“Forza Berto…”
“Stai attento… Berto… che ti stringe”
“Berto… oh cazzo… che paura…”
“Guarda Berto, che adesso parte…”
“Dai berto, dacci dentro come un fabbro”
“Corri, Berto, Corri…”
 
“Lo sai cosa ti dico? … A me sto Berto, non mi è mai piaciuto!
Annunci