Tag

, ,

La storia (assieme a milioni di altre che meriterebbero di essere conosciute) che non conoscevo è quella di Milk.
E sinceramente non so dire se il film di Van Sant sia un bellissimo film, perché l’impatto emotivo è talmente forte da passare sopra a tutto.
Tutti sono molto bravi e l’uso di alcuni filmati dell’epoca misti a del girato un po’ sgranato e a colori in alcuni casi un po’ smorzati, fa piombare nel passato.
Si torna indietro di 30 anni ma pare che non sia cambiato nulla.
Anzi.
Mi sono commossa quando nella finzione vengono inquadrate migliaia di candele accese per la sua veglia, ma l’emozione è stata fortissima quando si è passati alle immagini reali…
Ho letto in una critica “…non strappa l’applauso in sala” e ho pensato al mio stato d’animo in quel momento: non applausi, ma silenzio e rispetto, e non solo al film che racconta la storia con così grande delicatezza, ma anche all’uomo che si è battuto con coraggio e impegno.
Un attimo di leggerezza e di archeologia: risentire questa, sulle quali note non riesco ancora oggi a star ferma.

Annunci