Tag

La rappresentazione continua.
A reti unificate.
Non si salva nessuno.
Neppure chi parla per un quarto d’ora di quel che dicono gli altri, riproponendolo.
O chi si dimette perche’ non riesce ad andare in onda con uno speciale mentre gli altri lo fanno.
O chi per un eccesso di sensibilita’ presenti la copertina comica a meta’ trasmissione per non aprire sul caso del giorno.
Io avrei voluto che avessero dato la notizia, come dovere e diritto di cronaca, e poi che ci avessero risparmiato TUTTI, non escludo nessuno, questa vergognosa passerella.
Io non avrei voluto che andasse in onda il grande fratello, ma non solo l’altra sera: io vorrei proprio che non esistesse come trasmissione, esattamente come tante altre.
Concentriamoci su questo fatto, e dimentichiamoci la crisi, i poveri, i cassintegrati, i licenziati, i morti sul lavoro, la denuncia dei clandestini malati, il censimento dei senzatetto, i precari, i diplomi comprati, la costituzione in pericolo.
Tutto dimentichiamoci tutto.

Annunci