Tag

, ,

Sull’argomento del giorno non me la sono mai sentita di esprimere non solo una parola, ma neppure un pensiero. Lo ritengo un fatto cosi’ personale che anche una sola parola e’ una parola in piu’.
Ma una cosa su chi vorrebbe vivere e dovrebbe avere il diritto a farlo, la vorrei spendere.
Sto vivendo una situazione paradossale, degna del racconto di Buzzati, una vicenda socio-sanitaria dove viene detto tutto e il giorno dopo smentito e contraddetto tutto quel che si e’ detto il giorno prima. La mano destra non sa quel che fa la sinistra, le informazioni, alla base del sapere, vengono erogate col conta gocce e in modo errato e cosi’ inevitabilmente si cade in altri errori. Una catena di disinformazione ed errori, figli di incompetenza, incapacita’, menefreghismo, chissa’…
Io mi domando:
ma perche’ chi dovrebbe far valere i diritti di un essere umano, spende miliardi di parole in campagne pro-embrione e vuole salvare una vita che non c’e’  piu’ da tanti anni, e non si prodiga invece a migliorare le leggi in favore di chi chiede di vivere?
Annunci