Tag

, ,

A parte le sole marchette, sui libri, film e cd appena usciti – all’inizio veniva invitato un opsite a parlare, oggi solo a promuovere se stesso –  ieri sera mi ha particolarmente irritato il conduttore, mentre, chiacchierando con RP –  sulla sua famiglia rinchiusa nel ghetto di Varsavia – girava intorno a una domanda che non aveva il coraggio di fare (e credo non fosse proprio il caso di farla). Continuava a parlare della realta’ e della finzione, come se non sapesse come e’ stata trucidata Sharon Tate nel 1969, incinta di otto mesi, dai seguaci di Charles Manson, mentre RP non era a Los Angeles.
“Rosemary’s baby” era stato girato soltanto l’anno prima.
Sara’ una mia idea, ma ho pure colto un moto di stizza di RP.

musica

Annunci