Tag

, ,

“Il padrone apprezza incondizionatamente tutto cio’ che non capisce. Non e’ certo il solo a comportarsi cosi’. Cio’ che non comprendiamo contiene un elemento che sfugge alla nostra valutazione, e sottraendosi al nostro disprezzo acquisisce un’aura di nobilta’. Per questo motivo gli uomini di mondo fingono di aver capito cio’ che e’ loro oscuro, e gli studiosi espongono argomenti semplici in maniera astrusa. Sappiamo bene che nelle universita’ i docenti che tengono conferenze incomprensibili sono altamente stimati, mentre chi usa un linguaggio chiaro passa per un sempliciotto. Se il padrone apprezza questa lettera che di punto in bianco parla di cetrioli di mare e di escrementi prodotti dall’angoscia umana, non e’ perche’ l’abbia capita, al contrario… la considera l’opera di uno spirito elevato per la stessa ragione per cui i taoisti rispettano Il libro della via e della virtu’, i confuciani venerano l’I Ching o libro dei mutamenti e i seguaci dello zen ascoltano come oro colato le citazioni di Rinzai: non ci capisce nulla. Gli dispiace pero’ ammetterlo, quindi finge di averne colto il significato inventandosi una spiegazione. Da sempre ammirare qualcosa di enigmatico facendo mostra di capire e’ cosa piacevolissima. Il mio padrone ripiega rispettosamente la lettera scritta in calligrafia larga e spessa e la posa sulla scrivania, poi infila le mani nelle maniche del kimono e sprofonda nelle sue meditazioni.”

Da Io sono un gatto scritto nel 1905 da Natsume Sōseki

musica

Annunci