Tag

,

Io raccolgo storie.
Le colleziono.
Le catalogo per assonanza.
Le metto in fila e ne faccio una collana.
Io raccolgo storie.
Agli angoli delle strade.
Nei portoni.
A luci spente.
Sotto il sole cocente.
Io raccolgo storie.
Arrivano per etere.
Me le raccontano occhi lucidi, o bocche truccatissime.
Io raccolgo storie.
Mi si attaccano alle spalle.
Pesano.
Mi si attaccano al cuore.
Me lo fanno dolere.
Io raccolgo storie.
Non posso farne a meno. Mi seguono. Anche quando decido che basta, saltano fuori.
Dai negozi, dai cassetti, dal passato, da una finestra aperta, da una porta socchiusa, dal click di un  interruttore.
Il finestrino di un’automobile che si abbassa per continuare a raccontare, per il tempo di una sigaretta se la notte e’ stellata, o per far sbrinare i vetri resi opachi dai nostri fiati, se fa freddo.
Al telefono, con le pause e i silenzi dell’imbarazzo a raccontarmi quel che neppure alla mamma hanno ancora detto.
Ho bisogno di dirtelo. E la loro vita li’, nelle mie mani.
E la consapevolezza che non servira’ – a lei, o a lei, o a lei – raccontare.
No, non bastera’.
Ed io, che raccolgo storie, raccolgo tutti questi pezzi.
E perche’ non vadano perduti, li conservo, e ogni giorno li tiro fuori, ed alito sopra ad ogni frammento per tenerlo in vita, come farei con un gattino abbandonato.
Li animo e li rendo.
Sento la loro paura.
La sento piu’ in quello che non mi raccontano.
La sento che le invade.
Quello che dicono e’ nulla in confronto a quello che hanno dentro.
E’ una lunga strada.
Da percorrere piano piano.
A volte a tentoni, a volte con l’aiuto di una luce piccina.
Io non sono esente, non sono diversa, ma ce l’ho fatta.
Si puo’ fare.
Io non ho [PIU’] paura.

musica

[questo post e’ dedicato a tutte le mie amiche e conoscenti, e a

quelle che hanno paura e lo urlano a tutti
quelle che chiedono aiuto a pochi
quelle che non lo chiedono
quelle che riscoprono che oltre alle amiche ci sono sorelle e mamme
quelle che fan finta che tutto va be’
quelle che pensano di non venirne fuori
quelle che so tutto io
quelle vaffanculoteeiltuoaiuto
quelle che pensano manchi loro il coraggio
quelle che pensano di averne da venderne
quelle che pensano di far le amanti ma sopportano piu’ che le mogli
quelle che pensano che se son cosi’ un motivo ci sara’
quelle che a furia di farsi domande si dimenticano di vivere]
Annunci