Tag

,

Ci sono due cose che le donne non ammettono mai: di essersi rifatte le tette e di masturbarsi.
L’anno prima l’hai vista con le tette come due noccioli di albicocca, che bastava come reggiseno la sola bretella a coprirle, e l’anno dopo arriva in spiaggia, con la tetta sotto il mento. E tu, buona, pensi: nell’inverno avra’ messo su qualche chilo e sara’ di quelle che hanno culo e invece di metterli sulla pancia come te, li ha messi nelle tette. Poi si spoglia, si sdraia e ti domandi, che questa cosa non si spiega nemmeno col tuo 2 di fisica.
Oppure la conosci gia’ con le tette sotto il mento e ti dici “minchia pero’, che culo che ha questa”.
Lei sorride, dice che mamma natura ci penso’ e nello stesso momento fa un complimento alle tue, dicendo  "ma va la’ guarda te, che non hai nemmeno bisogno del reggiseno” e tu ti dici “lo credo, che cazzo ci dovro’ mai mettere dentro?”
Lei le sbatte sotto gli occhi a chiunque e le agita come una spogliarellista di Las Vegas nei film anni ’70, con tanto di giro della morte – della mappetta attaccata al capezzolo – incluso. Poi un giorno, non si sa se stia facendo outing o ha preso una craniata nello sportello in alto della cucina o ha bisogno di qualcosa da te, arriva e ti dice “ma figurati se non te l’ho detto: ma si’ dai che te l’ho detto, le ho rifatte 3 anni fa”. Ma non bisogna crederle, perche’ passato il momento di una delle tre cose tornera’ a negare.
Sulla masturbazione l’argomento e piu’ ostico.
Mentre lo sai che tutti, ma tutti i maschietti una pugnetta se la sono fatta e (che se non sono affetti da machismo imperante) continuano  a farsela, per le fanciulle non e’ cosi’.
Negano.
Quando sei giovane nessuna viene li’ e ti dice anche magari arrossendo “io mi masturbo” oppure “ sai, io visto che non trovo uno straccio di fidanzato che mi dia una bella ripassata, per soddisfare il mio desiderio mi faccio un ditalino, una sera si’ e una sera no” oppure “ho l’ormone a mille, sono sei mesi che non scopo e mi ammazzo di ditalini”. Non so oggi ma ai miei tempi non usava. Solo una volta a scuola, una compagna si lascio’ andare. Me lo ricordo come fosse adesso. Lei nel suo banco e noi tutte intorno. Questa appunto se ne era uscita con “io mi masturbo” di sua spontanea volonta’. Era stato tutto un coro di “Ohhh” “”Manoooo” “ Madaiiiii” tutte noi false come giuda a chiederle particolari del perche’ e del percome. Poi dopo tutto un “ Ma vedi un po’ eh? Ma chi l’avrebbe mai detto? Proprio lei!”. In realta’ eravamo molto ammirate che lei avesse avuto il coraggio di rivelare la sua intima pratica. Nessuna di noi, neppure la piu’ sfrontata, che si chiamava N. ed era una bestia, avrebbe mai ammesso in una pubblica assemblea una cosa del genere. La tizia era brutta come la fame e mai sguardo maschile si era posato su di lei, questo ci autorizzava a giustificarla, mentre noi, non ci ponemmo, mai neppure per un solo istante di doverci confrontare.
Poi negli anni, domandando direttamente, qualche ammissione di peccato la raccolsi.
"sai qualche volta mi tocco" (che pensi sia abituata a vedersi girare per casa di notte uno jettatore, oppure che ti vuol dire "non ci credo" che in genovese cosi’ si dice "me tuccu se ghe sun" (mi tocco per vedere se ci sono).
La mia amica M. mi raccontava lo faceva quando non riusciva ad addormentarsi. Io non avevo mai pensato alla masturbazione come a un sonnifero e decisi di provare. A volte e’ meglio di un libro.
Le lussuriose (non si sa come, ma vivono quasi solo sui blog, dietro le webcam e situate solo in alcune zone geografiche) si toccano la fica e praticano l’autopalpazione per accendere il desiderio del partner.
Alla maggior parte degli uomini in genere piace.
Se mentre lo fate riuscirete a:
farlo in ginocchio,
a due mani, 
sguardo perso,
rovesciare la testa all’indietro,
chiudere gli occhi,
portare ogni tanto una delle due mani alla bocca e succhiare le dita usate con avidita’ (se non vi riesce simulate),
socchiudere la bocca in un inequivocabile posa da film hard
dicevo, se riuscite in tutto questo, potreste quasi distrarre il marito/fidanzato/compagno dalla partita a playstation2 e forse riuscire a provocare nello stanco partner un’erezione inaspettata.

Annunci