Tag

, ,

Nella stanza accanto ci sono degli Dei
che fanno l’amore da ore
io vorrei dormire ma il silenzio dove sta
sono solo con me stesso in un motel
mi chiamo Duncan
 
Mio padre era pescatore
Mia mamma era la sua meta’
Ed io sono nato per noia e per amore
Con la mia maturita’
lasciai le spiagge per la citta’
io volevo andare nel mio England, si’ nel mio England
 
buchi nella mente mia,
buchi alle ginocchia dei jeans
e senza un centesimo in tasca
che vita la mia
ero proprio conciato da buttare via
oh, se avessi avuto almeno un solo anello
per impegnarlo
 
la bibbia predicava lei un di’ che la incontrai
e cantava i suoi versetti nei parcheggi
chiesi che sara’ di me
lei mi disse tutto sopra il buon Mose’
indicandomi la via della salvezza
 
e fini’ la mia lunga innocenza
lei nei boschi mi porto’
poi mi disse adesso non puoi dir di no
fu cosi’ che mi ha ammansito
oh si per sempre oh si per sempre
 
che notte la mia
notte d’amore e d’allegria
anche se ci ripenso e lo stesso
quella notte fummo noi
a sembrare degli Dei
c’e’ di che ringraziare il signore
per quelle ore…
Questa e’ la versione italiana di un vecchio pezzo di Simon “Duncan”-  credo si intitolasse e il testo non se sia proprio fedele perche’ lo ricordo a memoria e sto parlando del 1973/74. La cantava Bruno Lauzi. Credo fosse stata sua anche la traduzione. Un giorno gli chiesi dove avrei potuto trovare quel disco, e dopo essersi meravigliato che lo conoscessi,  mi disse che non lo avrei trovato da nessuna parte perche’ la matrice del disco era andata al macero. Non lo aveva trovato interessante nessuno. Ma lui, mi disse, ne aveva una copia e se lo volevo me ne faceva duplicare una copia da Sergio Alemanno suo caro amico. Non gli raccontai, o forse si’, che me l’aveva fatta sentire Bruno, il mio fidanzato. Avevamo 16 anni, ascoltavamo “Supersonic” alla sera ognuno a casa sua, alle 21, alla radio, e andavamo al cinema tre volte la settimana.

Ecco come possiedo una vecchia cassetta con questa canzone.

http://www.brunolauzi.com/discografia/album/simon.html

Annunci